Zen and the art of the fake dead Bagarozzo

 Today I share with you pearls of wisdom as a metropolitan Lama will speak of a survival technique city Zen contrast: the fake dead Bagarozzo. Years ago a wise friend shared it with me for the first time, since I worked on a lot and modestly have I become a teacher. The last time I used it last Sunday, while I strolled the waterway when an unknown sciura attempted to board pincer, sneaky, tricky, to attack button. But, let’s start from the beginning. This technique should definitely have oriental matrix, but it is said. You use it when you are tired, demotivated, stressed out, when you get bored of the usual dynamics, equivalent to a stretching of the soul, or whatever you prefer, mind, head, brain … It goes like this: Visual Thinking, a animal pretending to be dead, but it is not, no one notices, no one sees it, leave it alone. The problem will turn touching, but it will hit, rush kind that bends, but better yet, not even touching it. Men are naturally inclined to practice the dead Bagarozzo fake, are usually the pc, you talk and respond, but obviously they do not listen, this is a small example of practical but not conscious. What you can ‘groped is to make it an art, a way of life, with awareness, discipline. Usually this resource you use this with loved ones, or for times when you do not want trouble. “Surrender”, or “fake Bagarozzo dead” will eccezzzzzionale weapon when used with wisdom and skill, you will feel fresh as a rose covered with dew, will melt away tension and some highly stressful situations, like the old queued to that super want, want to go at all costs, however, ah this is another Zen sutra city .

Oggi condivido con voi perle di saggezza, come un Lama metropolitano parlerò di una tecnica di sopravvivenza city Zen controtendenza: il finto bagarozzo morto. Anni fa un mio sagace amico la condivise con me per la prima volta, da allora ci ho lavorato su parecchio e modestamente ne sono divenuta maestra. L’ultima volta l’ho utilizzata Domenica scorsa, mentre facevo due passi sul naviglio quando una sciura sconosciuta ha tentato l’abbordaggio a tenaglia, subdolo, insidioso, per attaccare bottone. Ma, partiamo dall’inizio. Questa tecnica deve sicuramente avere matrice orientale, ma non è detto. La si utilizza quando si è stanchi, demotivati, stressati, quando ci si annoia delle solite dinamiche, equivale ad uno stretching dell’anima, o di quello che preferite, psiche, testa, cervello… Si fa così: Visual thinking, un animale che fa finta di essere morto ma non lo è, nessuno ci fa caso, nessuno lo vede, lo lasceranno stare. Il problema di turno passerà sfiorandolo, ma non lo colpirà, tipo giunco che si piega, ma meglio ancora, neanche lo tocca. Gli uomini sono naturalmente portati nel praticare il finto bagarozzo morto, di solito sono al pc, gli parlate e rispondono, ma ovviamente non ascoltano, questo è un piccolo esempio di pratica ma non consapevole. Quello che si puo’ tentare è di farne un’arte, uno stile di vita, con consapevolezza, disciplina. Di solito questa risorsa la si utilizza con persone care, o in momenti in cui non si vogliono rogne. “Surrender”, o “finto bagarozzo morto” sarà un’arma eccezzzzzionale se usata con saggezza e perizia, vi sentirete freschi come una rosa ricoperta di rugiada, si scioglieranno le tensioni e alcune situazioni altamente stressanti, tipo la vecchia in coda al super che vuole, vuole passare a tutti i costi, ah questo però è un altro sutra city Zen….

 

manuelametra

I am an Artist, located in Italy, the country of Art and Dolce Vita, I am specialized in art laboratories: ceramic and painting, helping people to meet the creative side of life, and helping creative entrepreneurs and companies with branding through my artworks with a dash of clean style to capture the harmony of life. I also work in Hospitals with ceramic therapy laboratory for children. This blog is my Artistic Salad, filled with creativity, beauty, joie de vivre, passion and tools for creative minds.

Leave a Reply