How to shoot flowers artistically

Fine Art Photography by Manuela Metra

 

Flowers are the center of my fine art work, I could say the heart. Since always I love fine art’s still life, one of my very great love is Giorgio Morandi, while, going back in time, apart the Basket of Fruit by Caravaggio the Dutch Masters are by far in my opinion unsurpassed and unsurpassable. Photographing flowers in an artistic way is not easy. There is the macro photography that occupies a large part of the flower photography section, there is then the botany photography, but just to stand out from these areas you need to understand what it means and how you can take pictures’ flowers in an artistic way.The flower, as all the plant world, fruits and leaves, offers, those who like me loves to study the subject, enormous possibilities and advantages. Chief among them is the absolute control. So can choose both the subject, the type of light, both the time. This allows you to get into a meditative mindset. Entering this quality is essential to be able to extrapolate the artistic and personal appearance by a flower which otherwise in the best of cases fall in the aforementioned fields, macros and botany, in the worst will only banal. To start I would say that a large impact will result from the choice of a white background and an high-key photography, or a black, a low-key photography. You can go to see Mapplethorpe‘s flowers and the Irving Penn flowers which have two styles and two completely different aesthetic approaches. You can take a look at Kate Scott Studio (using the scanner not the camera) and my floral portfolio on Vogue
Then surely the first step is as always create an aesthetic culture, study and see with whom you have the most affinity. Second step : “copy”, try to reproduce the light, the cut and the atmosphere of others Masterpieces as an exercise. It ‘a chisel work, with much waste and early maybe some disappointment that perseverance and maturity aesthetic reward later. Afford to make mistakes and make a path is crucial. But we now come to the guidelines:
White background and black background:
As you can see the emotional impact is very different. Another important aspect is if you want to make a composition or a single flower. The composition has the complex rules that can be understood in part by observing the Dutch Masters. Important will be the color and arrangement of flowers. A very beautiful book is: Elegance and Refinement: The Still-Life Paintings of Willem van Aelst. It is important to choose not too perfect and young flowers, in favor of something more interesting.
In case you decide for single flower shape of the flower and the photographic cut must be carefully chosen. Finally you might want to do a still life with glass, in this case it is essential to choose a beautiful vase and control reflections in the room, with curtains and panels, in order to have on the vessel and took only pleasant reflections. Choose film or digital, color or black and white is another step further. The film has a full flavor, bite and mineral blacks, requires the press possibly by hand, and then scan. Working in digital has its advantages for file capture immediacy. A choice not exclude the other, as the bnw not exclude the color. Happy shots!

Fotografare i fiori è il centro del mio lavoro artistico, potrei dire il cuore.Da sempre amo la natura morte nell’arte, uno dei miei grandissimi amori è Giorgio Morandi, mentre, andando indietro nel tempo, a parte la canestra di frutta di Caravaggio, i Fiamminghi sono in assoluto a mio parere insuperati e insuperabili. Fotografare i fiori in modo artistico non è facile. Esiste la macro fotografia che occupa una grande parte della sezione di fotografia di fiori, esiste poi la fotografia botanica, ma proprio per distinguersi da questi ambiti è necessario comprendere cosa significa e come sia possibile fotografare in modo artistico un fiore.
Il fiore, come tutto il mondo vegetale, frutta e piante offre a chi come me ama studiare il soggetto, enormi possibilità e vantaggi. Primo fra tutti è l’assoluto controllo.Quindi potrete scegliere sia il soggetto, sia il tipo di luce, sia i tempi di posa. Questo permette di entrare in una forma mentis meditativa. Entrare in questa qualità è fondamentale per poter estrapolare l’aspetto artistico e personale da un soggetto che altrimenti nel migliore dei casi rientrerà nei settori sopracitati, macro e botanica, nel peggiore sarà solo banale.Per cominciare direi che un grande impatto risulterà dalla scelta di un fondo bianco e una fotografia high-key, oppure un fondo nero, per una fotografia low-key. Potete andare a vedere i fiori di Mapplethorpe e i fiori di Irving Penn che hanno due stili e due approcci estetici completamente differenti. Potete dare un’occhiata ai fiori di Kate Scott Studio (che usa lo scanner e non la macchina fotografica) e al mio portfolio floreale su Vogue
Quindi sicuramente il primo passo è come sempre crearsi una cultura estetica studiare e vedere con chi si ha maggiore affinità. In secondo luogo consiglio di “copiare”, cercare di riprodurre la luce, il taglio e l’atmosfera. E’ un lavoro di scalpello, con tanti scarti e all’inizio magari qualche delusione che la perseveranza e la maturità estetica premieranno in seguito. Permettersi di sbagliare e fare un percorso è fondamentale. Ma veniamo ora alle linee guida:
Fondo bianco e fondo Nero:
Come potete vedere l’impatto emotivo è molto differente. Un’altro aspetto importante è se desiderare fare una composizione oppure un singolo fiore. La composizione ha delle regole complesse che possono essere in parte comprese osservando i maestri fiamminghi. Importante sarà il colore e la disposizione dei fiori. Un bel libro al riguardo è: Elegance and Refinement: The Still-Life Paintings of Willem van Aelst. E’ importante non scegliere fiori troppo perfetti e giovani, a favore di un quid più interessante.
In caso si decidesse per il singolo fiore la forma del fiore e il taglio fotografico devono essere scelti con cura. Infine potreste desiderare di fare una natura morta con dei vetri, in questo caso è fondamentale scegliere un bel vaso e controllare i riflessi nella stanza, con tende e pannelli, in modo da avere sul vaso solo riflessi gradevoli e voluti. Scegliere pellicola o digitale, colore o bianco e nero è un’altro ulteriore passo. La pellicola ha un gusto pieno, mordo e dei neri minerali, richiede la stampa possibilmente a mano, e poi la scansione. Lavorare in digitale ha i suoi vantaggi per l’immediatezza di acquisizione del file. Una scelta non esclude l’altra, come il bnw non esclude il colore. Buoni scatti!

 

 

 

 

 

Calla su pellicola e  preziosa stampa oro a mano di Jacopo bianco e Nero

manuelametra

I am an Artist, located in Italy, the country of Art and Dolce Vita, I am specialized in art laboratories: ceramic and painting, helping people to meet the creative side of life, and helping creative entrepreneurs and companies with branding through my artworks with a dash of clean style to capture the harmony of life. I also work in Hospitals with ceramic therapy laboratory for children. This blog is my Artistic Salad, filled with creativity, beauty, joie de vivre, passion and tools for creative minds.

Find me on: Web

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.