Silence while painting

Fine Art Photography by Manuela Metra

One of the most frequently asked questions during the lessons of art is: “Why do not we listen to some music?”

In our time, most disorders and illnesses are attributed to breathing. Ispiration and expiration are not in harmony. With the inspiration I bring into the world, with expiration I bring the inner world outward. The flow of the inner and outer worlds are not in equilibrium. Artistic activity, specifically watercolor veils, acts on the middle part, balancing the life of feeling.

The technique of watercolor veils according to Rudolf Steiner’s method requires a lot of patience and attention. You can get impossible nuances otherwise, you can intensify, mix the color, veil after veil. It is a technique that starts from the light, and remaining in the light allows to meet the essence of color. This coming in and out, veil after veil, waiting for the paper to dry out perfectly, is like an inspiration and expiration free from the syncopated rhythms in which we live and free from the excessive stimuli to which our senses are subjected. This technique rhythmizes, the brush stroke is to be controlled, as well as the amount of water, the color is prepared in dilution and the sheet is laid out the night before with a particular technique. Already the preparation of the lesson has its own pace that must be respected. In this work, like in other artistic forms I propose: drawing and modeling with clay, music is a distraction and an overload for the senses that are already bombarded by stimuli. In silence you focus on what you do, and listen to what you do …..

Una delle domande che mi vengono fatte con maggiore frequenza durante le lezioni d’arte è: ” Perché non mettiamo un pò di musica?”

Nel nostro tempo, la maggior parte dei disturbi e delle malattie sono da attribuirsi alla respirazione. Inspirare ed espirare non sono in armonia. Con l’inspirazione porto dentro il mondo, con l’espirazione porto all’esterno il mondo interiore. Il fluire del mondo interiore ed esteriore non sono in equilibrio. L’attività artistica, nello specifico l’acquarello con le velature agisce sulla parte mediana, riequilibrando la vita di sentimento.

La tecnica delle velature ad acquarello secondo il metodo di Rudolf Steiner, richiede molta pazienza ed attenzione. Si possono ottenere sfumature impossibili altrimenti, si può intensificare, mescolare il colore, velo dopo velo. E’ una tecnica che parte dalla luce, e restando nella luce permette di incontrare l’essenza del colore. Questo entrare e uscire, velo dopo velo, attendendo che la carta si asciughi perfettamente, è come una inspirazione ed espirazione che libera dai ritmi sincopati in cui viviamo e libera dalle eccessive stimolazioni a cui i nostri sensi sono sottoposti. Questa tecnica ritmizza, la pennellata deve essere controllata, così come la quantità d’acqua, il colore è preparato apposta in diluizione e il foglio viene steso la notte prima con una tecnica particolare. Già la preparazione della lezione ha un suo ritmo che va rispettato. In questo lavoro, come nelle altre forme artistiche che propongo: disegno e modellaggio con la creta, la musica risulta una distrazione e, un sovraccarico per i sensi che già sono bombardati dagli stimoli. Nel silenzio ci si concentra su quello che si fa, e si ascolta quello che si fa…..

Watercolor veils- velature ad acquarello by Manuela Metra

manuelametra

I am an Artist, Ceramicist, Painter and Fine Art Photographer, furthermore I also work in Hospitals with ceramic therapy laboratory for children. This blog is my Artistic Salad, filled with creativity, beauty, joie de vivre, passion and tools for creative minds.

Leave a Reply