Art Process

Art process

Art Process

Art has the ability to restart what has stalled, as in the case of illness; the ceramic therapy restarts and at the same time interrupts the hospital routine by offering a therapeutic-recreational space. Clay is a material that can receive all emotions, without exception. It is the material on which one can leave a mark, an imprint. It adapts to everyone’s needs, without the need for words. During the laboratories in the hospital with the Thun Foundation around the work table, with great spontaneity we start to model, just take a small piece of clay in your hand and the magic begins. Based on who is sitting, the most suitable process is proposed in order to create a welcoming, protected space to give the child and the parent the opportunity to express themselves according to their own inclinations and needs. The artistic therapeutic process is a finalized path whose purpose is to accompany those who are going through a difficult time, strengthening and nurturing creativity. Therefore no words are needed, the artwork thus assumes a value full of expectations, our job is to ensure that the child and the parent can achieve what at that moment is most important to them, be it a functional object like a cup, or an animal or anything for them has value, in the here and now of the present they are going through. The modeled work is therefore the means and vehicle of an emotional nucleus that, not having to go through the words, succeeds in allowing even the little ones to elaborate their emotions. So the artistic process is the tool, the path that allows to realize, through various phases, the object that is important to realize. The sphere is the seed of the universe, through the modeling of the sphere almost everything can be born, creating a path, the process precisely. In the process, the idea, as for the seed, is rooted, grows, is nourished, takes shape, tries to give it body and, in general astonishment, appears, becomes an object in the world. The process then continues, in the atelier the ceramist takes care of the object, monitors that it dries with the ideal conditions, then fires it in the ceramic kiln, puts the clear glaze to make it shiny and impermeable, re-fires it a second time. This is another important procedural aspect because it creates a continuity in the child between one meeting and another supported by the waiting full of expectation. Finally, when the work is returned, it is a special moment of joy and satisfaction for those who receive it. Something important was elaborated through various phases, within an artistic process. In some cases long years are built with some children, or there are single or occasional meetings. In other cases, the object can be invaluable to the family in which the child cannot heal. It is important to see the processuality of what we do in its entirety and understand its value, as well as the outcomes, always working with the hands and the heart.

L’arte ha la capacità di rimettere in moto ciò che  si è bloccato, come nel caso della malattia; la ceramico terapia rimette in moto e allo stesso tempo interrompe la routine ospedaliera offendo uno spazio terapeutico-ricreativo. L’argilla è un materiale in grado di accogliere tutte le emozioni, senza eccezione alcuna. E’ il materiale su cui si può lasciare un segno, un’impronta. Si adatta alle necessità di ognuno, senza bisogno di parole. Durante i laboratori in ospedale con Fondazione Thun intorno al tavolo di lavoro, con grande spontaneità ci si mette a modellare, basta prendere in mano un pezzettino di argilla e la magia inizia. In base a chi si siede viene proposta la processualità più adatta in modo da creare uno spazio accogliente, protetto, per dare al bambino e al genitore la possibilità di esprimersi secondo le proprie inclinazioni e necessità. Il processo terapeutico artistico è un percorso finalizzato il cui scopo è accompagnare chi sta attraversando un momento difficile, rafforzando e nutrendo la creatività. Non servono quindi parole, il manufatto assume così un valore carico di aspettative. Il nostro lavoro è far si che il bambino e il genitore possano realizzare ciò che in quel momento per loro è più importante, sia esso un oggetto funzionale come una tazza, sia un animale o qualsiasi cosa per loro abbia valore, nel qui ed ora del presente che stanno attraversando. L’opera modellata è quindi mezzo e veicolo di un nucleo emotivo e, non dovendo passare attraverso le parole, riesce a permettere anche ai più piccoli di elaborare le proprie emozioni. Quindi il processo artistico è lo strumento, il percorso che permette di creare, attraverso varie fasi, l’oggetto che è importante realizzare. La sfera è il seme dell’universo, attraverso la modellazione della sfera si può far nascere quasi tutto, creando un percorso, il processo artistico appunto. Nel processo, l’idea, come per il seme, si radica, cresce, viene nutrita, prende forma, si cerca di darle corpo e, tra lo stupore generale, appare, si concretizza come oggetto nel mondo. Il processo artistico poi continua, in atelier, il ceramista si prende cura dell’oggetto creato, sorveglia che asciughi con le condizioni ideali, poi lo cuoce nel forno da ceramica, mette la cristallina per renderlo lucido e impermeabile, lo ricuoce una seconda volta. Questo è un altro aspetto processuale importante perché si crea nel bambino una continuità tra un incontro e l’altro sostenuta dall’attesa carica di aspettativa. Infine quando il lavoro viene riconsegnato è un momento speciale, di gioia e di soddisfazione per chi lo riceve. Qualcosa di importante è stato elaborato attraverso varie fasi, all’interno di un processo artistico appunto. In alcuni casi si costruiscono percorsi lunghi anni con alcuni bambini, oppure ci  sono incontri singoli o saltuari. In altri casi, l’oggetto può assumere un valore inestimabile per la famiglia in cui il bambino non riesce a guarire. E’ importante vedere la processualità di quello che facciamo nella sua completezza e comprenderne il valore, così come gli esiti, lavorando sempre con le mani e con il cuore.

manuelametra
manuelametra

I am an Artist, located in Italy, the country of Art and Dolce Vita, I am specialized in art laboratories: ceramic and painting, helping people to meet the creative side of life, and helping creative entrepreneurs and companies with branding through my artworks with a dash of clean style to capture the harmony of life. I also work in Hospitals with ceramic therapy laboratory for children. This blog is my Artistic Salad, filled with creativity, beauty, joie de vivre, passion and tools for creative minds.

Find me on: Web

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.